Crema pasticcera allo yogurt

crema-pasticcera-yogurt

Il dolce, molto semplice ma molto d’effetto, non è altro che una crema pasticcera preparata con uno yogurt alla frutta (meglio pesca) accompagnata da una torta lievitata fatta con lo stesso yogurt.

Non mi dilungo a mettere la ricetta della torta lievitata perché di ricette di torte lievitate ormai è piena ogni casa e ogni angolo del web.

La crema pasticcera è quanto di più goloso ci possa essere. Io ci riempirei la vasca da bagno. Io ho messo uno zucchero di canna chiaro, ma qualsiasi tipo di zucchero va bene. Tenete conto per la presentazione che lo zucchero influisce sul risultato. quindi uno zucchero bianco darà una crema giallo brillante e un sapore neutro, uno zucchero di canna grezzo darà una crema tendente al nocciola e con un gusto più caramellato.

INGREDIENTI (per 5 porzioni circa):
  • 200 ml di panna fresca
  • 1 vasetto di yogurt alla pesca con pezzi da 125 gr
  • 100 gr di zucchero
  • 2 tuorli
  • 40 gr di farina 00
PROCEDIMENTO:

Mettete in un pentolino la panna e lo yogurt e amalgamate bene tra loro i due ingredienti. Accendere il fuoco. Appena il composto sta per iniziare a bollire, spegnete. Nel frattempo unite in una ciotola i tuorli con lo zucchero amalgamandoli bene, poi unite la farina setacciata e amalgamate di nuovo il tutto. A questo punto unite la panna e lo yogurt precedentemente riscaldati un po alla volta finchè non ottenete una crema omogenea. Versate nuovamente il composto nel pentolino e cuocete a fuoco lento mescolando continuamente. Quando la crema sarà ben densa, spegnete il fuoco e lasciate raffreddare in una ciotola.

Con gli albumi avanzati potete cimentarvi nella creazione di piccole meringhe da mettere sulla crema.

Tortelli di pistacchio con pasta ai porcini su emulsione di funghi misti

tortelli-pistacchi

Tortello molto particolare e delicato, dove ho voluto sperimentare un impasto aromatizzato. Ottima alternativa per gli intolleranti al lattosio. Dosi per 4-6 persone.

PER L’IMPASTO:

  • 200g. di farina tipo “0”
  • 2 uova
  • 20 g. di porcini secchi in polvere
  • 1 pizzico di sale

Se non trovate i porcini già in polvere polverizzateli voi in casa con un piccolo robot da cucina o un macinacaffè. Unite tutti gli ingredienti e impastate fino ad ottenere una pasta liscia e omogenea.

PER LA FARCIA:

  • 90 g. di pistacchi sgusciati
  • 200 g. di patate a pasta bianca lessate
  • 1 uovo piccolo
  • olio e.v.o.
  • sale
  • pepe
  • 1 pizzico di aglio in polvere

Tritate finemente i pistacchi col mixer e uniteli alle patate schiacciate (come per un purè). Aggiungete l’uovo, l’aglio, l’olio e aggiustate di sale e pepe. Mescolate il tutto fino ad ottenere una farcia omogenea.

Dopo aver preparato i tortelli con qualsiasi forma vogliate potete seccarli su carta forno o su un canovaccio oppure surgelarli tenendoli separati su uno stampo. Per la cottura, in acqua salata, sono pronti quando la pasta esterna è al dente.

PER L’EMULSIONE DI FUNGHI:

  • 250 g. di funghi misti freschi
  • 10 g. di porcini secchi
  • olio e.v.o.
  • sale
  • pepe
  • 1 pizzico di aglio in polvere

Unite i funghi freschi ai secchi precedentemente ammollati e saltateli in padella con olio, sale, pepe e aglio. Trasferite tutto in un contenitore stretto e alto e passatelo col frullatore ad immersione aggiungendo acqua finchè non otterrete una crema fluida. Aggiustate di sale.

Eclair con mousse di sedano rapa e pecorino

eclair

Beh, alla fine rieccomi! sto (fortunatamente) lavorando e riesco a dedicare poco tempo al blog e soprattutto alle mie sperimentazioni culinarie, ma ieri sera ho avuto ospiti e mi sono sbizzarrito un po utilizzandoli come cavie (consapevoli). Questo è stato l’antipasto, a seguire metterò anche primo, secondo e dolce nei giorni a venire.

Eclair, parola francese che significa “lampo” perchè questi simpatici bignè allungati tanto cari ai regnanti francesi di ogni epoca si mangiano appunto in un lampo.

La base è appunto la pasta choux, quella da bignè che vi riporto perchè, nonostante se ne trovino a centinaia sul web, questa mi da sempre un risultato ottimo a differenza delle altre.

Per 18/20 eclair (ovvero 6-9 antipasti):

  • 250 g. di acqua
  • 60 g. di burro (con o senza lattosio)
  • 125 g. di farina
  • 3 uova
  • 1 pizzico di sale

Unita acqua, burro e sale in una casseruola e portateli quasi ad ebollizione a fuoco vivace amalgamandoli. Unite la farina tutta in una volta mescolando vigorosamente. Dopo un paio di minuti il composto si staccherà dalle pareti del pentolino sfrigolando leggermente. Toglietelo dal fuoco e mettetelo a raffreddare. Una volta freddo incorporatevi le uova uno alla volta con la frusta elettrica. Mettete il composto in un sacco a poche con bocchetta larga e formate su una placca con carta forno dei piuccoli grissini morbidi della dimensione e lunghezza di un dito. Cuocete in forno a 200° peer 25-30 minuti. Una volta freddi potete tagliarli per farcirli e guarnirli.

Per la farcia:

  • 300 g. di sedano rapa pulito
  • 70 g. di pecorino grattugiato
  • 50 g. di parmigiano grattugiato
  • olio e.v.o.
  • sale
  • pepe

Sbollentate il sedano rapa in acqua salata dopo averlo ridotto a dadini. Scolatelo prima che diventi molliccio e saltatelo velocemente in padella antiaderente con olio, sale e pepe. Trasferitelo in un contenitore stretto e alto, aggiungete un filo d’olio, altrettanta acqua e macinatelo con il frullatore ad immersione fino ad ottenere una crema omogenea leggermente piu liquida di una maionese  (potete aiutarvi con poca acqua nel caso risultasse troppo asciutto). Unite i due formaggi e mescolate. Aggiustate di sale e pepe. Mettete il composto in un sacco a poche e farcite a piacere le vostre eclair sia dentro che sopra. Potete arricchirle con scagliette di pecorino, bastoncini di sedano rapa infarinati e fritti o addirittura variando la farcia tra dentro e sopra. Per gli INTOLLERANTI AL LATTOSIO basterà sostituire il burro con uno senza lattosio.